Abusi su minori, per la prevenzione arriva «io-NO!»

Abusi su minori, per la prevenzione arriva «io-NO!»

L’organizzazione si propone di sostenere le persone che non hanno mai commesso un atto sessuale su un bambino, ma che sentono di esserne attratti e di avere delle pulsioni nei loro confronti

BELLINZONA - Il tema è delicato e spesso tabù. E per chi vive il disagio di provare pulsioni sessuali nei confronti di fanciulli può essere difficile chiedere aiuto. «Avere paura di confrontarsi con qualcuno è più che legittimo, anche se avere dei fantasmi non è di per sé punibile dalla legge. Noi cerchiamo di contribuire a evitare il primo passaggio verso l’abuso» ci spiega Sarah Gamper, mediatrice familiare e presidente della neocostituita associazione «io-NO!». L’organizzazione si rivolge a persone che non hanno mai commesso un atto sessuale su un bambino, ma che sentono di esserne attratti e di avere degli impulsi sessuali nei loro confronti.

Leggi l'articolo intero su www.cdt.ch/ticino